Associazioni tra Avvocati,categorie

Ministero della giustizia. Decreto 4 febbraio 2016, n. 23.

Il regolamento individua,  ai  sensi  dell’articolo  4, comma 2, legge 31 dicembre 2012,  n.  247,le categorie di liberi professionisti  che  possono  partecipare alle associazioni   tra avvocati.

Regolamento recante norme di attuazione dell’articolo 4, comma 2, della legge 31 dicembre 2012, n. 247, per l’individuazione delle categorie di liberi professionisti che possono partecipare alle associazioni tra avvocati. (16G00031) (GU Serie Generale n.50 del 1-3-2016)

Entrata in vigore del provvedimento: 16/03/2016.

L’esonero un anno dopo

Superato il primo anno di rodaggio, il c.d. esonero inizia a mostrare i suoi punti di forza nonché le problematiche che invece necessitano di essere limate.

L’istituto in esame è il più innovativo che Cassa Forense abbia elaborato negli ultimi anni e nasce da una specifica indicazione della nuova legge professionale, la 247/12 all’art. 21 comma 8/9.

La norma imponeva a Cassa Forense di prevedere “eventuali condizioni temporanee di esenzioni (dal pagamento di contributi previdenziali)” e da ciò l’istituto in esame.
Difficile però immaginare l’impatto che esso avrebbe avuto una volta inserito nella vitale e palpante realtà dell’avvocatura italiana.

Anno giudiziario forense

Si celebra giovedì 3 marzo nel complesso monumentale del Santo Spirito in Saxia a Roma, la inaugurazione dell’Anno giudiziario 2016 del Consiglio Nazionale Forense.
Dopo la relazione del presidente Andrea Mascherin, che si soffermerà sullo stato della Giustizia e il ruolo dell’Avvocato, interverranno il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Primo Presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio, il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Giovanni Legnini.

Notifiche T.M. PA dal 26/02

Tribunale per i minorenni.Presidenza.Avvio delle comunicazioni e delle notificazioni penali telematiche attraverso SNT. Decreto del Ministro della Giustizia del 19/1/2016.

Si porta a conoscenza delle SS.LL. che con decreto del 19/1/2016, pubblicato sulla G. U. n. 33 del 10.2.2016, il Ministro della Giustizia ha stabilito per il Tribunale per i  Minorenni di Palermo, l’avvio delle comunicazioni e delle notificazioni penali ai sensi degli artt. 148, co 2-bis, 149, 150, 151, co. 2, CPP, per via telematica attraverso SNT, secondo quanto previsto dall’ art.16 D.L. n. 179/2012, convertito con modificazione nella L. n. 221/2012, come modificato dall’art. 1, co. 19, della L. n.228/2012.