Modello 5/2016

Scadenza versamento 31 luglio 2016 (domenica, prorogata al 1 agosto, Lunedì)

Il prossimo 31 luglio 2016 (domenica) scade il termine, prorogato al 1° agosto 2016, per il versamento della prima rata delle eccedenze contributive soggettive ed integrative relative all’anno 2015.  Nello stesso termine deve essere versato il contributo integrativo (4%) sull’effettivo volume di affari dichiarato ai fini dell’IVA dagli iscritti alla Cassa in regime di esonero dal versamento del contributo minimo integrativo.

Nel caso la dichiarazione da rendere, per l’anno 2015, sia negativa per assenza di reddito professionale e volume d’affari, il modello 5/2016 potrà essere inviato alla scadenza del 30 settembre 2016.

Per provvedere agli adempimenti connessi all’invio del mod. 5/2016 e all’esatto calcolo dei contributi dovuti in scadenza il 31 luglio 2016, è necessario accedere alla apposita applicazione disponibile sul sito di Cassa Forense (www.cassaforense.it), utilizzando il proprio codice meccanografico, assegnato dalla Cassa unitamente al codice PIN individuale. Maggiori informazioni sull’invio del mod. 5/2016 sono disponibili sul sito della Cassa.

Trib.sorveglianza, orario estivo

TRIBUNALE DI SORVEGLIANZA di PALERMO. Il Dirigente Amministrativo e il Presidente,
Considerato che nel periodo 16/26 agosto 2016 non si prevede affluenza di pubblico nelle ore di apertura pomeridiana delle cancellerie;
rilevato, inoltre, che nel suddetto periodo molti dipendenti sono assenti per fruizione delle ferie estive;
Dispongono  che, a partire dal 16 agosto e fino al 26 dello stesso mese, le cancellerie non effettuino apertura al pubblico nelle ore pomeridiane (15,00-17,00), con conseguente chiusura dell’ingresso della palazzina alle ore 14,00.

Giuristi,appello documento

Sulla persecuzione di avvocati, docenti e magistrati in Turchia.Documento di giuristi alle istituzioni europee ed italiane.

Dopo i giornalisti, i docenti universitari e gli avvocati, il governo turco umilia ed imprigiona prima i magistrati, poi i funzionari pubblici e i poliziotti, con l’effetto di annichilire la coscienza critica del Paese.Liste di proscrizione – evidentemente già pronte da tempo – vengono usate per rimozioni ed arresti di massa, nel disprezzo delle regole minime dello stato di diritto, della dignità delle persone e dei diritti fondamentali al cui rispetto la Turchia e’ obbligata in forza della sua appartenenza al Consiglio d’Europa, della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo, di cui quel Paese fu tra i primi firmatari, e della sua stessa Costituzione.

Processo amministrativo telematico

Tutte le ragioni del rinvio. Il rinvio del Processo Amministrativo Telematico si sarebbe reso opportuno per consentire “un prolungamento del periodo di sperimentazione” . Le motivazioni rinvenibili nel DL 117/2016, come pure quelle riportate dal Comunicato del Governo, piuttosto enigmatiche, sono state chiarite negli scorsi giorni da alcuni commentatori. Vediamo i punti principali.

Con Decreto Legge 30 giugno 2016 n. 117 Proroga di termini previsti da disposizioni legislative in materia di processo amministrativo telematico. , il Consiglio dei Ministri ha prorogato di sei mesi l’entrata in vigore del PAT (Processo Amministrativo Telematico).

Per l’effetto di quanto sopra sia la facoltà che l’obbligo di utilizzare il PAT slittano al 1° gennaio 2017 per giudici, ausiliari, personale degli UU.GG. e per le parti (e quindi per gli Avvocati che le rappresentano in giudizio).