Limiti critica provvedimenti giudiziari

Il diritto di critica nei confronti di qualsiasi provvedimento giudiziario mai può travalicare i limiti del rispetto della funzione giudicante, riconosciuta dall’ordinamento con norme di rango costituzionale nell’interesse pubblico, con pari dignità rispetto alla funzione della difesa. (Nel caso di specie, fuori della stanza del Giudice ed alla presenza di numerosi avvocati ad altissimo tono di voce a commento della decisione assunta dall’anzidetto Magistrato in merito ad alcune istanze istruttorie, imprecava e proferiva le seguenti espressioni: “mi ha rigettato la domanda riconvenzionale… sono pazzi” e, nelle medesime circostanze, mentre scendeva le scale: “questa è una latrina, vogliono far fallire le aziende“. In applicazione del principio di cui in massima, il CNF ha ritenuto congrua la sanzione disciplinare della censura).

Delitto di tortura in GU

LEGGE 14 luglio 2017, n. 110. Introduzione del delitto di tortura nell’ordinamento italiano. (17G00126) (GU Serie Generale n.166 del 18-07-2017). Entrata in vigore del provvedimento: 18/07/2017. Codice penale,libro secondo, titolo XII, capo III, sezione III. Introduzione degli articoli 613-bis e 613-ter del codice penale, concernenti i reati di tortura e di istigazione del pubblico ufficiale alla tortura.

Pagamenti telematici, interruzione

Pagamenti Telematici. Interruzione del servizio. A causa di un intervento di manutenzione al Nodo dei Pagamenti, di competenza dell’Agenzia per l’Italia Digitale, il servizio dei pagamenti telematici non sarà disponibile dalle ore 22,00 alle ore 23,59 di giovedì 20 luglio 2017.

Un quarto di secolo…

Sono passati 25 anni da quel 19 luglio 1992 e la figura di Paolo Borsellino ,analogamente a quella di Giovanni Falcone,s’è fatta sempre più immanente, più nitida, più presente nelle coscienze di tutti. Già la sola citazione del nome equivale a “legalità”,”senso del dovere”,”rispetto delle regole”.  Il messaggio che promana dalla sua azione di Magistrato, come quello di Giovanni Falcone, non è stato per nulla scalfito dal tempo ed ha contribuito a far sì che tutti fossimo più consapevoli della necessità di parametrare ogni nostra azione con il diritto.