Contributo minimo integrativo

Stop temporaneo al contributo minimo integrativo. Approvata dai ministeri vigilanti l’abolizione temporanea del contributo minimo integrativo di cassa forense. I Ministeri vigilanti hanno approvato la temporanea abrogazione per gli anni dal 2018 al 2022 del contributo minimo integrativo. Non sarà pertanto effettuata da Cassa Forense la riscossione della contribuzione minima integrativa per il quinquennio 2018-2022, fermo restando il pagamento del contributo minimo soggettivo nelle consuete quattro rate di febbraio, aprile, giugno e settembre. Il contributo integrativo nella misura del 4% sull’effettivo volume d’affari prodotto si pagherà direttamente in sede di autoliquidazione (MOD. 5).

Pari opportunità

Il Comitato Pari Opportunità, costituito presso l’Ordine degli Avvocati di Agrigento, nella seduta del 22.03.2018, ha eletto gli Avvocati: Rosalba Cassaro Presidente, Daniele Cammilleri Vice Presidente, Rosalinda MangiapaneSegretario/Tesoriere. 
L’ Avv. Barbara Garascia, componente del suddetto Comitato, è stata nominata quale componente della Commissione Pari Opportunità del Consiglio Nazionale Forense.

PCT, codici errore

PCT, codici errore. Conoscere il significato dei codici di errore presenti nella “terza pec” (esiti controllo automatici).  Effettuato un deposito telematico attendiamo, con ansia, la ricezione delle quattro ricevute PEC:

Sanzione alternativa alla demolizione

La sanzione alternativa alla demolizione non è applicabile alle opere realizzate senza titolo per ampliare un manufatto preesistente.Natura vincolata ordine demolizione. Principio di recente ribadito dall’Adunanza plenaria (cfr. dec n. 9 del 2017) a mente del quale i provvedimenti con cui viene ingiunta la demolizione di immobile abusivo e giammai assistito da alcun titolo, per la sua natura vincolata e rigidamente ancorata al ricorrere dei relativi presupposti in fatto e in diritto, non richiede motivazione in ordine alle ragioni di pubblico interesse (diverse da quelle inerenti al ripristino della legittimità violata) che impongono la rimozione dell’abuso;