Edilizia,direttore lavori abusivi

Urbanistica.Direttore dei lavori responsabilità e posizione di garanzia.  Nei casi di totale difformità o di variazione essenziale rispetto al permesso di costruire, il direttore dei lavori deve rinunciare all’incarico contestualmente alla comunicazione resa al dirigente (art. 29, comma 2, d.P.R. 380 del 2001). Se quest’ultima disposizione prevede una causa personale di non punibilità che vale esclusivamente per il reato nella forma omissiva e che consente al professionista di sfuggire all’applicazione delle sanzioni qualora adempia alle prescrizioni previste nel tassativo modello legale, essa – letta unitamente alla norma contenuta nel primo comma – individua invece una vera e propria posizione di garanzia che fonda la penale responsabilità del direttore dei lavori nel caso di condotta da altri commessa.

Non si tratta, tuttavia, di una responsabilità oggettiva, essendo sempre necessario che il tecnico sia cosciente della esecuzione illecita e, volutamente o per negligenza, non ponga in essere quanto gli si impone.

Cass. Sez. III n.33387 del 18 luglio 2018 (Ud 8 giu 2018)

lexambiente.com

 

Print Friendly, PDF & Email