Processo tributario telematico

Contraddizioni normative e problemi applicativi. Il canale telematico sta progressivamente imponendosi anche nel processo tributario (d.lgs. n. 546/92), anche se attraverso contraddizioni e problemi applicativi. Attualmente l’opzione è facoltativa, nel senso che l’impugnazione dell’atto fiscale innanzi alle Commissioni Tributarie può essere esercitata tanto col mezzo cartaceo che con la modalità informatica, mercé l’accesso al S.I.Gi.T. (Sistema Informativo della Giustizia Tributaria), ai sensi del Decreto ministeriale n. 163 del 23.12.2013.

L’obbligatorietà del ricorso al sistema informatico è circoscritta attualmente solo alle ipotesi in cui la parte abbia utilizzato in primo grado le modalità telematiche di cui al richiamato D.M., cosicché è tenuta ad utilizzare le medesime modalità per l’intero grado del giudizio e per l’appello….

Contenuti integrali alla fonte https://www.agendadigitale.eu

Nota di Antonio Damascelli, presidente di Uncat – Unione nazionale delle Camere degli Avvocati Tributaristi

Print Friendly, PDF & Email