Sentenza, sospensione termini

I termini per la redazione della sentenza non sono soggetti a sospensione feriale. “Se i termini per la redazione della sentenza siano soggetti alla sospensione nel periodo feriale, a seguito della riduzione del periodo annuale di ferie dei magistrati da 45 a 30 giorni stabilita dal D.L. n. 132 del 2014, conv. con modif. dalla L. n. 162 del 2014”. “Anche a seguito della riduzione del periodo annuale di ferie dei magistrati da  45 a 30 giorni stabilita dal D.L. n. 132 del 2014, convertito, con modificazioni, dalla L. 10 novembre 2014, n. 162, art. 16, i termini per la redazione della sentenza non sono soggetti alla sospensione del periodo feriale”.

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, confermano il principio secondo il quale il termine per il deposito delle motivazioni della sentenza (art.544 c.p.p.) non è assoggettabile alla sospensione nel periodo feriale (L. 7/10/1969 n.742). Le Sezioni Unite, dunque, non recepiscono i dubbi sollevati dalla quarta sezione penale e ribadiscono quanto già affermato con la sentenza n.7478 del 19/06/1996 ossia che la sospensione del periodo feriale opera nell’esclusivo interesse delle parti e non del giudice e, conseguentemente, quando i termini per la redazione della sentenza scadono in detto periodo i termini per l’impugnazione decorreranno dal giorno 1 settembre.

(Cass., Sez. Un. Pen., 18 settembre 2017, n. 42361)

Print Friendly, PDF & Email