Processo telematico,le novità

 Processo Civile e Penale Telematico. La Commissione parlamentare di inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle pubbliche amministrazioni ha svolto l’audizione del Direttore generale dei sistemi informativi automatizzati del Ministero della Giustizia, Pasquale Liccardo (14 e 21 settembre). L’audizione, disponibile in video sul sito webtv della Camera, è un’ottima occasione per fare il punto sul Processo Civile e Penale Telematico e trattare alcune importanti anticipazioni.  La logica che emerge da queste novità sembra essere connotata, finalmente, dal superamento dell’atto in PDF com’è conosciuto oggi, passando per la valorizzazione dei dati strutturati. E’ risultato essere apprezzato da tutti gli interlocutori il costante risparmio economico (stimato in 80 milioni di euro all’anno) e il costante monitoraggio della giurisdizione (tramite data wharehouse oggi attivo nel civile e a breve anche per il penale).

Sul fronte del Processo Penale Telematico, nonostante l’informatizzazione massiva degli Uffici Giudiziari, le difficoltà incontrate con la produzione e la trasmissione degli atti nativi digitali sono derivate, soprattutto, da una proliferazione di sistemi separati e non integrati tra loro, non aperti all’interoperabilità esterna. Oggi per superare tale impasse è necessario creare un sistema unico, con integrazione dei vari sistemi, che tenga in considerazione la necessità di massima sicurezza e di riservatezza. Ed è proprio in questa direzione che sta andando il Ministero della Giustizia e la DGSIA mediante la predisposizione di una gara ad hoc per un sistema integrato che sarà bandita, si prevede, entro i primi mesi dell’anno 2018.

Processo civile e penale telematico, tutte le novità

di Valentina Carollo, Presidente Centro Studi Processo Telematico

https://www.agendadigitale.eu

/documenti/processo-civile-e-penale-telematico-tutte-le-novita/

 

Print Friendly, PDF & Email