Esami forensi

Esami Avvocato. La Commissione esaminatrice annulla un elaborato rilevando una presunta copiatura tra due atti di procura alle liti che ritiene identica ad altro scritto. Il Tar adito in via cautelare…

 CONSIDERATO che l’identità della procura alle liti con quella di altro candidato non appare idonea a dimostrare la copiatura del tema e, quindi, a giustificare la non ammissione alle prove orali, tenuto conto che, come prospettato da parte ricorrente, consiste in una esposizione di formule di stile standard e dal contenuto quasi fisso e “sacramentale”, occorrendo, di contro, al suddetto fine, verificare la presenza o meno di autonome osservazioni del candidato sul tema (Consiglio di Stato, sezione IV, ordinanza n. 5248 del 25 novembre 2015);RITENUTO altresì che si rinviene il presupposto del pregiudizio grave e irreparabile richiesto dall’art. 55 c.p.a. per la concessione della misura cautelare;
RITENUTO, quanto alle spese della presente fase cautelare, che, secondo la regola della soccombenza, devono porsi a carico della parte resistente, nell’importo liquidato nel dispositivo.

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Ottava), accoglie la suindicata domanda incidentale di sospensione.
Fissa l’udienza pubblica del 14 marzo 2018 per la discussione del ricorso nel merito.

TAR, Campania-Napoli, sez. VIII, ordinanza 07/09/2017 n° 1240

Con nota di Lorenzo Sozio su altalex.com