Pendenti e arretrato

Monitoraggio trimestrale dei procedimenti pendenti e dell’arretrato. La tabella sull’andamento delle pendenze riporta il totale nazionale degli affari civili, aperti a fine periodo per tutti gli Uffici (Corte di Cassazione, Corti d’appello, tribunali ordinari, Giudici di pace e tribunali per i minorenni) e per tutte le materie trattate, ad eccezione dell’attività del Giudice tutelare e degli Accertamenti Tecnici Preventivi (ATP) in tema di previdenza. Queste eccezioni si giustificano per il fatto che le tutele, di solito, durano per tutta la vita del soggetto tutelato. Pertanto, data la natura di lunghissimo periodo indipendente dagli adempimenti del magistrato, l’attività del Giudice tutelare non è annoverata tra le pendenze.

L’ATP, in materia di previdenza, non è un vero e proprio procedimento giurisdizionale, ma un’attività di filtro preventivo che il giudice delega a specifiche commissioni tecniche, prima che un eventuale contenzioso possa essere effettivamente avviato innanzi al Tribunale.
La tabella riporta il numero di procedimenti civili pendenti di tutti gli uffici giudiziari. Il periodo preso in considerazione è dal 2003 al primo trimestre 2017.
La tabella è suddivisa in cinque colonne così denominate: anno la prima, pendenti finali – totale nazionale delle esecuzioni e dei fallimenti la seconda, pendenti finali – totale nazionale senza Giudice tutelare, ATP, esecuzioni e fallimenti la terza, pendenti finali – totale nazionale senza giudice tutelare e senza ATP la quarta, variazione vs anno precedente la quinta.”

Procedim.civ.pendenti a fine periodo.Dato nazionale comprensivo di tutti gli uffici. Anni 2003-16 e I trim. 2017. Fonte,giustizia.it/giustizia

 

Print Friendly, PDF & Email