Pct, errori materiali…

Errori materiali, rifiuto del deposito telematico e rimessione in termini: una ricostruzione critica. E’ giuridicamente censurabile l’affermazione per cui l’errore materiale nel deposito telematico determini invalidità, e che il rifiuto successivo alla spirare del termine comporti decadenza in capo al depositante; conseguentemente, è impropria la riconduzione della fattispecie all’istituto della rimessione in termini.

Chi mai si sarebbe anche solo sognato, qualche anno fa, di affermare che l’errata indicazione del numero di R.G. nel frontespizio dell’atto potesse causare qualsivoglia invalidità? Il nostro mondo è cambiato, e i flussi di deposito sono oggi governati dall’informatica, nell’ambito della quale il risultato dell’elaborazione di una cifra al posto di un’altra può generare conseguenze tutt’altro che irrilevanti….

Contenuti integrali alla fonte

Autore Avv.Pietro Calorio

Pubbl. su altalex.com

 

Pubbl.31.0516

Print Friendly, PDF & Email