Categoria: Deontologia

Contestazione e decisione

Deontologia. Corrispondenza tra addebito contestato e pronuncia disciplinare: il divieto di decisioni a sorpresa. La difformità tra contestato e pronunziato (nella specie, esclusa) si verifica nelle ipotesi di c.d. “decisione a sorpresa”, ovvero allorchè la sussistenza della violazione deontologica venga riconosciuta…

Rapporti economici con il cliente

Vietato intrattenere rapporti economici con il proprio assistito (diversi da quelli derivanti dal mandato).  Dopo il conferimento del mandato, l’avvocato non deve intrattenere con il cliente e con la parte assistita rapporti economici, patrimoniali, commerciali o di qualsiasi altra natura, che…

Assoluzione,rilevanza disciplinare

Può procedersi alla cancellazione dall’Albo di un iscritto che, pur ancora soggetto a procedimento disciplinare dinanzi al locale Consiglio distrettuale di disciplina, abbia ottenuto per il medesimo fatto sentenza di assoluzione da parte del Tribunale penale?  Ritiene la Commissione che dispieghi…

Sospensione cautelare,esecuzione

Individuazione dell’organo competente a notificare la revoca della sospensione cautelare disposta dal Consiglio distrettuale di disciplina. Dalla lettera dell’art. 60 della legge n. 247/12 è chiaramente desumibile che, mentre il Consiglio distrettuale di disciplina è competente ad adottare, modificare o…

Avv. Informazione e Comunicazione

“Informazione e Comunicazione dell’Avvocato: La Pubblicità Forense e le Norme Deontologiche”. Relazione del Consigliere del COA CATANZARO, Avv. Fabrizio Sigillò (Catanzaro, Sala Riunioni del COA, 31.10.2017).