Categoria: Deontologia

Limiti critica provvedimenti giudiziari

Il diritto di critica nei confronti di qualsiasi provvedimento giudiziario mai può travalicare i limiti del rispetto della funzione giudicante, riconosciuta dall’ordinamento con norme di rango costituzionale nell’interesse pubblico, con pari dignità rispetto alla funzione della difesa. (Nel caso di…

Controparte,no contatti diretti

L’avvocato non può ricevere né mettersi in contatto diretto con la controparte che sappia assistita da altro legale, Costituisce comportamento deontologicamente scorretto prendere accordi diretti con la controparte, quando sia noto che la stessa è assistita da altro collega (art.…

Inadempimento obblig.verso terzi

Avvocato,procedimento discipinare. L’inadempimento delle obbligazioni inerenti l’esercizio della professione forense configura automaticamente l’illecito disciplinare, mentre l’inadempimento delle obbligazioni estranee all’esercizio della professione assume carattere di illecito disciplinare, quando, per modalità o gravità, sia tale da compromettere la fiducia dei terzi…

La competenza dell’Avvocato

La violazione del dovere di competenza nell’adempimento del mandato professionale. Integra illecito disciplinare il comportamento dell’avvocato che accetti incarichi che non sia in grado di svolgere con adeguata competenza (art. 14 ncdf, già art. 12 codice previgente) (Nel caso di…

Espressioni offensive o sconvenienti

Le espressioni sconvenienti od offensive non sono scriminate dalla provocazione altrui. L’avvocato ha il dovere di comportarsi, in ogni situazione, con la dignità e con il decoro imposti dalla funzione che l’avvocatura svolge nella giurisdizione e deve in ogni caso…