Utilizzo fraudolento bancomat

Diligenza nella custodia.Colpa grave. L’utilizzo fraudolento delle carte di debito è disciplinato dal combinato disposto degli artt. 12, commi 3 e 4, 7, comma 1, lett. b), e 10, comma 2, d.lgs. 11/2010, secondo cui, una volta effettuata la comunicazione di blocco, il cliente risponde dei prelievi entro il limite di euro 150,00, salvo i casi di dolo o colpa grave che, però,devono essere provati dal prestatore e non sono suscettibili di presunzione (art. 10,comma 2, d. lgs. n. 11/2010).

Contributo unif. ‘sanzionatorio’

La disposizione di cui all’art. 13, comma 1quater, del Dpr 30.05.2012 nr. 115, la quale prevede che “Quando l’impugnazione, anche incidentale, è respinta integralmente o è dichiarata inammissibile, la parte che l’ha proposta è tenuta a versare un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per la stessa impugnazione, principale o incidentale, a norma del comma 1- bis”,trova applicazione unicamente nei procedimenti civili,non nei processi davanti alle commissioni tributarie.

Decreto immigrazione e sicurezza

DECRETO-LEGGE 4 ottobre 2018, n. 113. Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonche’ misure per la funzionalita’ del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita’ organizzata. (18G00140) (GU Serie Generale n.231 del 04-10-2018). In vigore dal 05/10/2018