Restituire documenti al cliente

L’obbligo di restituire alla parte assistita la documentazione ricevuta per l’espletamento del mandato.

L’obbligo disciplinare di restituire senza ritardo alla parte assistita tutta la documentazione ricevuta per l’espletamento del mandato (art. 33 ncdf, già 42 cdf) non viene meno allorché la parte stessa, per le sue particolari qualità soggettive, fosse eventualmente in grado di conoscerne aliunde il contenuto.

Rapporti economici vietati

Vietato intrattenere rapporti economici con il proprio assistito (diversi da quelli derivanti dal mandato).

Dopo il conferimento del mandato, l’avvocato non deve intrattenere con il cliente e con la parte assistita rapporti economici, patrimoniali, commerciali o di qualsiasi altra natura, che in qualunque modo possano influire sul rapporto professionale, fatti salvi gli accordi sulla definizione del compenso ex art. 25 cdf (Nel caso di specie, il professionista, approfittando della precaria onorabilità bancaria della parte assistita, aveva da quest’ultima acquistato un immobile ottenendo un mutuo ipotecario, che in parte tratteneva a deconto di compensi asseritamente maturati per proprie prestazioni professionali. In applicazione del principio di cui in massima, il CNF ha ritenuto congrua la sanzione disciplinare della sospensione dall’esercizio dell’attività professionale per la durata di mesi quattro).

Le ferie per gli Avvocati?

Davigo e le ferie degli avvocati. Interpellato martedì su La7 a proposito delle ferie dei giudici, il presidente dell’Anm Davigo ha testualmente detto: «Gli uffici giudiziari avevano un periodo di sospensione feriale per consentire le ferie agli avvocati».
L’avvocatura istituzionale, seppur tardivamente, avverte l’obbligo di ringraziare la magistratura associata, ora rappresentata dal dott. Davigo.
Secondo quest’ultimo infatti il periodo feriale estivo è stato introdotto a favore degli avvocati e non dei magistrati. Va dunque da sé che la mobilitazione della magistratura contro il taglio delle ferie è stata dettata dalla volontà di tutelare la classe forense.
Dunque, seppur tardivamente, l’avvocatura sente l’obbligo di ringraziare, assicurando al dott. Davigo che qualora vi fosse il tentativo da parte della politica di intervenire sulle ferie dei magistrati, sarà l’avvocatura a mobilitarsi contro tale tentativo.Andrea Mascherin

Difese Ufficio. Elenco Unico

Si torna a comunicare che, già dal 1 luglio 2016, è in uso il sistema di gestione dell’Elenco Unico Nazionale dei Difensori d’Ufficio, accessibile direttamente sull’apposita area del sito del CNF, all’indirizzo  https://gdu.consiglionazionaleforense.it .

Il nuovo sistema consente agli Avvocati di effettuare, direttamente e in autonomia, le operazioni di iscrizione, cancellazione, integrazione documentale e compilazione della domanda per la permanenza in Elenco, successivamente controllate e validate dagli Ordini e “trasmesse” al Consiglio Nazionale Forense, unitamente al parere.

Il Consiglio Nazionale Forense ha, altresì, attivato un servizio di help desk gratuito al numero 06.45475829,  attivo dalle 09:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 18:00 dal lunedì al venerdì.

Per ulteriori informazioni e maggiori eventuali dettagli sulla nuova disciplina della gestione dell’Elenco Unico Nazionale delle Difese d’ufficio, visitare il sito istituzionale del CNF all’url http://www.consiglionazionaleforense.it/web/cnf/difese-d-ufficio