Riforma magistratura onoraria

Definitivamente approvata, giovedi 28 aprile 2016,dalla Camera dei Deputati, nello stesso testo già approvato al Senato, la legge delega di riforma della magistratura onoraria e dei giudici di pace.

Il disegno di legge delega, già approvato dal Senato il 10.03.16, riforma la disciplina della magistratura onoraria, intervenendo sulle principali figure di magistrato onorario, ovvero i giudici di pace, i giudici onorari di tribunale (GOT) e i vice procuratori onorari (VPO). I principali profili di novità del disegno di legge appaiono i seguenti: l’introduzione di uno statuto unico della magistratura onoraria in ordine alle modalità di accesso, alla formazione e al tirocinio, alla durata e decadenza dell’incarico, alla revoca e alla dispensa dal servizio, alle incompatibilità, ai trasferimenti, alla responsabilità disciplinare, alla disciplina delle indennità;

Pct, analisi terza pec

Pct, l’analisi dei messaggi di esito dei controlli automatici ed i documenti EsitoAtto.xml e DatiAtto.xml.

L’errore “Numero di ruolo non valido” e l’interpretazione della “terza PEC” in funzione delle istanze di rimessione in termini.

Classificazione degli errori. Possono suddividersi in tre categorie: WARN, ERROR e FATAL, secondo quanto dispone l’art. 14, comma 8, del Provv. DGSIA 16/4/2014. Possono altresì distinguersi in due macrogruppi: “errori forzabili” dal cancelliere ed “errori non forzabili” che non sempre sono sovrapponibili alle categorie, rispettivamente, di WARN ed ERROR (le prime due) e di FATAL (sicuramente la terza).

I WARN sono semplici allarmi, che in genere non risultano dalla terza PEC. Essi sono contrassegnati, nei sistemi informatici delle cancellerie, da un triangolo giallo. Molto frequente è il WARN “Lista di revoca non disponibile”, che avverte l’utente che il sistema non è riuscito a controllare se la firma del depositante, della quale già è stata verificata la validità, sia o meno inclusa in una lista di revoca.

Corte conti,diritti e bolli

Corte dei conti. Segretariato generale. Istruzioni per la compilazione del modello F23 versamento diritti di copia e imposta di bollo atti giudiziari

Disposizioni in materia di pagamenti relativi agli adempimenti fiscali dovuti per diritti di copia e bolli per il giudizio davanti al Giudice contabile. In attesa della piena integrazione con “Pago P A”, il sistema dei pagamenti elettronici che permette a cittadini ed imprese di effettuare pagamenti in modalità elettronica verso pubbliche amministrazioni e gestori di servizi di pubblica utilità, è consentito l’utilizzo del modello F23.

Disposizioni per la corretta compilazione del modello.

Radiato Avv.che sottrae somme cliente

Sanzione aggravata per l’avvocato che tradisca il rapporto fiduciario sottraendo subdolamente somme ai propri assistiti.

 L’avvocato, che utilizzi strumentalmente il proprio ruolo di tutore e difensore dei diritti per organizzare una macchinazione che gli consenta di impossessarsi delle somme dei propri assistiti, si pone in assoluto ed irrimediabile contrasto non solo con la deontologia professionale ma anche con i più elementari canoni etici (Nel caso di specie, il professionista, approfittando delle debolezze psichiche della propria assistita, si era fatto rilasciare procura ad operare sul conto corrente della stessa con l’obiettivo di sottrarle ingenti somme di denaro, che nel frattempo vi aveva fatto appositamente confluire. In applicazione del principio di cui in massima, il CNF ha ritenuto congrua la sanzione disciplinare della radiazione, così aggravata ex art. 22, co. 2, nuovo codice deontologico).